Pellet o Legna? La Guida Definitiva per la Scelta della Migliore Stufa

stufa a pellet o a legna

Le stufe a pellet e a legna vengono spesso messe a confronto perché riescono ad offrire capacità di riscaldamento e utilizzi paragonabili. Ma quali sono le differenze tra queste due tipologie di stufe? Se dal punto di vista del risultato possono sembrare simili sono invece due tipologie di stufe molto differenti, con delle sostanziali peculiarità che le rendono adatte ad esigenze diverse.

Ci avete chiesto tante volte di chiarire i vostri dubbi sulle differenze tra stufe a pellet e a legna, di aiutarvi a capire se sia meglio una tipologia o l’altra, così abbiamo deciso di racchiudere le risposte alle vostre domande in questo articolo di approfondimento dedicato all’argomento.

Pellet o Legna: Differenze

Il pellet non è altro che legno, ricavato però dalla segatura. Si tratta quindi di un materiale sostanzialmente uguale alla legna, ma con delle importanti differenze. Il primo discorso da fare è di tipo ecologico. Mentre per ottenere la legna non si può far altro che abbattere appositamente tronchi di alberi, necessitando del pezzo intero, per ottenere il pellet si possono usare anche materiali di scarto, per esempio dalla lavorazione del legno per altri scopi. Questo rende il materiale già di per sé più ecologico e permette un maggior rispetto dell’ambiente.

A livello di presentazione del materiale la legna la conosciamo tutti, ma il pellet merita una descrizione. Si tratta di piccoli cilindretti, piuttosto leggeri rispetto al loro volume, che vengono ricavati pressando dei truccioli e della segatura di legna. Questi si formano spesso come scarti delle lavorazioni nelle segherie e nelle falegnamerie, o possono essere creati appositamente, ma è più raro perché il materiale di scarto è già sufficiente ed ovviamente più economico, oltre che più ecologico. Si dovrà prestare attenzione al livello di umidità prima della pressatura, per garantire un risultato soddisfacente.

Il pellet, più della legna, è un combustibile ad alta resa, altro elemento che lo rende ecologico e ottimo per il risultato che si ottiene. Potrete trovare il pellet creato esclusivamente da materiale legnoso, e altro in cui sono stati aggiuntivi degli additivi, per rendere migliore la pressatura. Non si parla però di attivi chimici, ma di farina di mais, oli e grassi vegetali ed amidi. Le percentuali sono molto basse e servono soprattutto a rendere più semplice il processo di pressatura, usurando meno le macchine adibite allo scopo.

Dopo questa breve introduzione scopriamo quindi quali sono i pro e i contro delle stufe a legna o a pellet, per voi, ma anche per tutti, in termini di tutela dell’ambiente.

Stufa a Pellet: Pro e Contro

pelletIl pellet è un biocombustibile che rispetta l’ambiente, nel limite del possibile e sicuramente più della legna. Questo è certamente un punto importante a suo favore, che non andrebbe sottovalutato, anche se può sembrare un problema non nostro, quantomeno nell’immediato.

La stufa a pellet per funzionare necessita di essere collegata alla corrente, questo è parzialmente un contro, ma permette la programmazione e funzioni avanzate, che diversamente non potremmo avere. Abbiamo quindi la possibilità di accensione e spegnimento programmati, e di altre funzioni di diagnosi e analisi del macchinario. Tra queste la possibilità di regolare il calore, cosa ovviamente impossibile con una stufa a legna.

Il pellet è inoltre più comodo da trasportare, si può comprare in sacchi, non proprio leggeri, ma certamente più comodi e puliti da trasportare rispetto alla legna. L’inserimento del pellet è inoltre più pratico rispetto alla legna.

Per contro non possiamo non parlare del costo. Le stufe a pellet costano molto di più di quelle a legna, necessitano di più manutenzione e di un costo più elevato anche per l’installazione.

Stufa a Legna: Pro e Contro

legna

Le stufe a legna sono un’ottima soluzione se il costo è ciò che conta di più per voi. Pur trattandosi di prodotti simili a una prima vista, le stufe a pellet e a legna appartengono a due mondi differenti, e il loro costo è nettamente diverso. Con un paio di centinaia di euro potrete trovare una buona stufa a legna, mentre questo è assolutamente impossibile per una stufa a pellet, che difficilmente scende sotto i 500 euro (ma solitamente molto di più).

La comodità della stufa a legna è data anche dalla praticità di non doverla collegare alla corrente elettrica, ma per contro non avrete alcuna possibilità di programmarne accensione o spegnimento, che dovranno sempre avvenire manualmente. Non potrete inoltre regolare la potenza, con emissione di calore sempre costante.

La legna, oltre ad essere meno ecologica del pellet, è certamente più difficile da trasportare, per via dell’ingombro, della pesantezza e anche della pulizia di un materiale ovviamente grezzo. Inoltre, mentre la stufa a pellet è più “intelligente” e non necessita di essere controllata durante la combustione, la stufa a legna deve sempre essere tenuta sotto controllo e si deve necessariamente inserire la legna continuamente, proprio come avviene nei nostri tradizionali camini.

Quando scegliere una stufa a pellet?

Il consiglio è di scegliere sempre una stufa a pellet se potete permettervela, prima di tutto perché l’ambiente vi ringrazierà. È inoltre la scelta giusta se pensate di poter aver necessità di programmare accensione e spegnimento e anche di regolare il calore prodotto.

Infine la stufa a pellet è quella che vi permetterà di sporcare meno la vostra casa e di avere una stufa più “autonoma” che non necessita di inserimento continuo come avviene per la legna.

Quando scegliere una stufa a legna?

Ti consigliamp invece di scegliere una stufa a legna se vuoi risparmiare nell’acquisto. Se l’investimento per una stufa a pellet è per te troppo oneroso la soluzione è certamente una stufa a legna. Nonostante tutti i lati negativi proposti, e la raccomandazione di scegliere il pellet, dove possibile, le stufe a legna sono dei prodotti eccezionali. Potrete avere un ottimo potere riscaldante, senza emissione di fumi nella stanza come avviene nel camino, e con poca manutenzione e facilità di installazione.

La stufa a legna è inoltre la scelta giusta se hai già un camino in un’altra stanza, perché non avrai necessità di comprare due materiali diversi. Se inoltre hai modo di procurarti la legna autonomamente, dai tuoi terreni per esempio, la stufa a legna è sicuramente la scelta per te. Se devi montare la stufa in una casa di montagna o in una zona isolata inoltre, avrai molta più facilità a reperire la legna piuttosto che il pellet.

Ad ognuno la sua stufa

Come avrete capito la stufa a pellet è la più consigliata, per questioni ecologiche e di efficienza energetica. Ma la scelta è molto personale e la possibilità di avere una stufa a prezzo molto più contenuto rende la stufa a legna l’opzione giusta.

È proprio vero: per scegliere il meglio per sé bisogna prendere in esame fattori che solo noi conosciamo. La scelta giusta per il tuo amico o il tuo vicino di casa non è detto che sia quella giusta per te. Analizza tutti gli elementi illustrati nell’articolo e sarai perfettamente in grado di chiarirti le idee in pochi minuti. Ma se hai ancora bisogno di aiuto, come sempre siamo qui per te, scrivici nei commenti e faremo del nostro meglio per aiutarti, analizzando la tua situazione e dandoti un consiglio personalizzato!

Infine, ti lascio i link agli articoli di classifica con le stufe a pellet e a legna che abbiamo selezionato per voi. Buona scelta! 🙂

Discussione

Inizia una Discussione