Netgear D6400 AC1600 – Recensione – Opinioni e Migliori Offerte

Netgear presenta tra le sue novità un modem router davvero competitivo, il D6400. Lo abbiamo analizzato, testato e recensito per voi mettendolo alla prova sotto ogni aspetto.

Migliori Offerte

Pro

Segnale ottimo
Il dual band 2.4/5Ghz con beamforming+ permette di avere una portata del segnale più potente e con minori dispersioni.
802.11ac
Standard 802.11ac, per velocità massime oltre il 300% rispetto allo standard 802.11n.
Supporto ADSL2/VDSL2
Il supporto ADSL2/VDSL2 garantirà una vita più lunga a questo dispositivo prima che diventi obsoleto.

Contro

Prezzo
Posizionamento
La possibilità di appenderlo al muro o sistemarlo in orizzontale sarebbe stata un plus

Recensione

Netgear D6400

Il Netgear D6400 è un modem accattivante sotto diversi punti di vista. Colpisce a prima vista per il suo stile elegante e “premium”. Si presenta anche dal lato delle specifiche con una pregevole scheda tecnica, con caratteristiche adatte per chi di voi desidera sfruttare la propria connessione al meglio delle proprie possibilità.

Per questo si colloca nella gamma medio/alta di dispositivi offerti da Netgear. Le sue caratteristiche lo differenziano dai modem di fascia media e bassa per diversi aspetti. Tra questi vi sono una portata del segnale sensibilmente migliore, il supporto alla VDSL2 e al Wifi 802.11ac. Non mancano inoltre alcune funzionalità aggiuntive interessanti che ne aumentano ulteriormente il valore. 

Netgear d6400: Specifiche tecniche

Standard WiFi 802.11a/b/g/n/ac
Modem VDSL2/ADSL2+
Dual Band 2.4/5GHz simultaneo
Beamforming+
Amplificatori interni di segnale
128 MB Ram, 128 MB memoria Flash
WPS(Push ‘n’ Connect)
4 porte Ethernet Gigabit, 1 porta WAN Gigabit
2 porte Usb 2.0
Dimensioni: 191x19.5x65 mm
Peso: 422 g
Supporto IPV6
Sicurezza: WPA/WPA2 PSK

NETGEAR D6400: Primo impatto e caratteristiche

Una volta fatto l’unboxing, il Netgear D6400 colpisce subito per il suo status al di sopra dell’entry-level, con un look elegante, una rifinitura lucida e il marchio Netgear retroilluminato. Farà di sicuro la sua bella figura, ma fate attenzione al frontale lucido: è una calamita per le impronte. Più in basso sono integrati i vari indicatori LED di alimentazione e di connessione alla rete. Il posizionamento del dispositivo può avvenire solo in verticale, è impossibile quindi appenderlo al muro. Sul retro troviamo oltre all’ingresso per l’alimentatore, la presa per la rete telefonica e 5 porte Ethernet Gigabit 10/100/1000 con tecnologia auto-sensing, di cui 1 WAN e 4 LAN. A fianco troviamo il tasto accensione/spegnimento e il tasto reset, per reimpostare il dispositivo alle impostazioni di fabbrica. Sono presenti anche 2 porte USB 2.0, una sempre sul retro e una sul lato destro. Completano il tutto il tasto per attivare o spegnere il WiFi e quello WPS “Push ‘n’ Connect”, per una connessione alla rete rapida.

Riguardo alla configurazione iniziale del Netgear D6400, una volta collegati i cavi inclusi insieme al modem il processo è stato veloce e intuitivo. L’ormai collaudata interfaccia Netgear mi ha guidato passo passo nella prima connessione, ottimo per i meno esperti che potrebbero iniziare a navigare nel giro di pochi minuti senza difficoltà. Nel Firmware sono state infatti inserite le caratteristiche dei vari operatori Italiani, quindi a voi non resterà altro che fornire i dati di accesso e il resto verrà fatto in automatico.

NETGEAR D6400: Specifiche e funzionalità

Passando alla scheda tecnica, il Netgear D6400 supporta il protocollo IPV6 e possiede un modem di tipo VDSL2/ADSL2, la classe migliore attualmente disponibile. È quindi compatibile anche con le nuove tipologie di ADSL ad alta velocità, che anche in italia stanno iniziando finalmente a fare la loro comparsa. È inoltre possibile utilizzare un modem esterno tramite la porta WAN.

Il modem è dual band e arriva di fabbrica con entrambe le bande attive con due SSID distinti, così che saprete sempre a quale banda di frequenza vi state connettendo. A vostra discrezione avrete anche la possibilità di attivare due reti Guest aggiuntive, una per ciascuna frequenza disponibile. Le bande supportate sono 2.4GHz e 5Ghz. Quest’ultima permette in particolare di raggiungere alte velocità nello scambio dati grazie al protocollo 802.11ac, che promette di raggiungere velocità fino a 1300Mbit/s, affiancate dai 300Mbit/s che si possono raggiungere con la 2.4GHz. Da sottolineare in questo ambito la presenza del Beamforming+, una tecnologia che permette di aumentare il raggio d’azione della nostra WiFi grazie a un indirizzamento intelligente del segnale, rendendolo migliore rispetto alla classica diffusione omnidirezionale. Le due bande funzionano inoltre simultaneamente, in modo da permettere la connessione sia dei dispositivi che supportano la banda da 5GHz che quelli un po’ più datati. E a proposito dei dispositivi, sarà possibile connetterne fino a 10 contemporaneamente. La crittografia supportata delle chiavi di connessione è la classica WPA/WPA2 – PSK. È inoltre possibile connettere i propri dispositivi anche con cavo all’ingresso Ethernet Gigabit, particolarmente consigliato per streaming HD o sessioni di gioco online.

cavallo di battaglia del netgear d6400: il WiFi

Il Netgear D6400 è un modem router concepito in particolare per le case di grandi dimensioni. Le antenne sono interne e non è possibile usarne di esterne. La portata del segnale è stata una piacevole sorpresa, la banda da 5GHz insieme al beamforming+ mi hanno consentito di stabilire una connessione migliore e stabile anche negli angoli più distanti dell’abitazione in cui è installato questo modem, anche dove altri avevano precedentemente fallito. Anche salendo di un piano non ho avuto problemi a sfruttare la connessione sia da notebook che da smartphone.

Per chi di voi stesse valutando in particolare l’upgrade da un modello che non copre per intero la vostra abitazione, ho confrontato la ricezione con uno dei modem router più comuni tra quelli di fascia medio/bassa degli ultimi anni, il Netgear DGN2200v4. Il segnale non ha mostrato grandi margini di differenza stando nelle vicinanze dei modem. Ma allontanandosi il D6400 ha fatto valere la sua appartenenza a una diversa categoria e ha mantenuto una connessione stabile anche a distanze nelle quali il fratello minore ha faticato di più o ha fallito, dimostrandosi nettamente migliore in ogni situazione più “estrema”.

netgear d6400: Uno sguardo al pannello di configurazione

Passiamo ad analizzare anche le opzioni principali che ci offre il Netgear D6400.

Accedendo alle impostazioni del dispositivo da browser avrete la possibilità di gestire, monitorare o riparare la vostra connessione. C’è il supporto al DNS dinamico e alle reti VPN. Una piacevole sorpresa è stata lo scoprire che questo modem router usando le porte USB permette di accedere a un archivio da remoto con il supporto di Netgear ReadySHARE, un’applicazione gratuita da installare sul vostro PC. Ulteriori possibilità offerte dal firmware di questo modem sono il controllo della mappa di rete, un blocco a determinati dispositivi o a determinati domini e contenuti in rete e un filtro per il parental control. Per quanto concerne la sicurezza abbiamo il doppio Firewall NAT e SPI. Non manca infine anche la possibilità di condividere una stampante collegandola tramite USB per la stampa da remoto tramite la piattaforma proprietaria Netgear.

Il Netgear D6400 parte con prezzo di listino di €146.90.

Conclusioni

Il Netgear D6400 si è rivelato un modem router molto valido e concreto. Con la sua semplicità di utilizzo e di installazione è un dispositivo che si presta anche all’utilizzo da parte dell’utente meno esperto, in modo che possa iniziare a usarlo entro pochi minuti dall’apertura della scatola. Netgear non ha però trascurato gli utenti più “smanettoni”, che non avranno di che lamentarsi vista la completezza del firmware del D6400.

Le sue prestazioni sono in linea con la sua fascia di prezzo, grazie a un segnale potente adatto a coprire anche grandi abitazioni o uffici e tutti gli ultimi standard che lo rendono un investimento sicuro per diverso tempo. Il prezzo è elevato e l’utente medio non necessariamente ha bisogno di queste specifiche, anche viste le connessioni mediocri per ora presenti in Italia. Alcuni potrebbero preferire inoltre avere un range extender abbinato a un modem più economico, invece che un modem che faccia da solo tutto il lavoro sporco.

È però sicuro che chi stesse cercando un modem router con funzionalità al di sopra della media, gli ultimi standard e sopratutto un segnale Wifi potente e affidabile ed è disposto a pagare la qualità di questo prodotto, allora non c’è da sbagliarsi. Netgear ha conquistato la fiducia dei propri clienti con prodotti sempre ben riusciti e questo D6400 ne è la conferma.

Inserita da: