Le Migliori Yogurtiere del 2018

Lo yogurt è uno di quegli alimenti che nelle case non manca mai. È un cibo estremamente versatile e adatto a tutti. Lo yogurt è poco calorico, tendenzialmente a basso indice glicemico e, se addizionato con frutta o aromi, dolce. Sostituisce il dessert anche per chi fa attenzione alla dieta ed è ben accettato dai bimbi. I vantaggi della scelta di preparare lo yogurt in casa sono molteplici. ll primo è sicuramente la genuinità. Si evitano prodotti confezionati ricchi di coloranti, conservanti e aromi artificiali e si scelgono personalmente ingredienti freschi. Il secondo è la possibilità di scelta. Si creano le proprie ricette, mixando gli ingredienti a piacimento, senza limitazioni. Il terzo è il risparmio economico. Il costo degli ingredienti è nettamente inferiore al prezzo dei vasetti preconfezionati in vendita nei supermercati. Infine, ma non ultimo per importanza, l’aspetto ecologico. Evitando di acquistare confezioni di yogurt si contribuisce a diminuire l’uso e lo smaltimento di plastica e materiale da imballaggio, senza contare i costi e l’inquinamento per produzioni e trasporti. Per fare lo yogurt in casa è necessario saper scegliere la migliore yogurtiera che fa al caso nostro. Vediamo come fare.

Migliore yogurtiera: guida alla scelta

Di seguito alcune considerazioni sulle quali riflettere per scegliere la migliore yogurtiera per le proprie esigenze.

  1. Prezzo. Una buona yogurtiera, di fascia media, adatta ai consumi di una famiglia normale di 3/4 persone che consumano 1/2 vasetti al giorno di yogurt, non dovrebbe superare i 100 euro. C’è poi la possibilità di acquistare modelli più sofisticati o di design particolare che hanno un valore di mercato più alto ma, per un uso casalingo, questa è la cifra consigliata.
  2. Funzionalità. Ci sono in commercio yogurtiere molto basiche, a prezzi modici, che hanno l’unica funzione di fare lo yogurt classico. Una buona scelta per chi vuole, essenzialmente, preparare i suoi vasetti ed ottenere un alimento per la colazione o la merenda sano e genuino. La maggior parte dei modelli, però, abbina alla funzione di base altre possibilità. Per esesempio la preparazione di formaggi e dolci, tipo creme, sempre a base di latte. Se si è incuriositi o interessati dalla possibilità di estendere la preparazione casalinga ad altri prodotti caseari è bene prendere in considerazione l’idea di fare un investimento leggermente più alto ed acquistare un elettrodomestico che offra anche questa opzione.
  3. Facilità d’uso e un buon manuale. Lo yogurt non è un alimento di cui si conosce la ricetta o le fasi di preparazione. Per una buona riuscita del prodotto è importante che la yogurtiera abbia un manuale di istruzioni chiaro e una fruibilità delle impostazioni intuitiva e semplice. Questo sarà un vantaggio nel momento in cui si vorranno sperimentare ricette o abbinamenti di ingredienti particolari perché, una volta compreso esattamente il funzionamento ed il metodo di preparazione, sarà possibile e facile giostrarsi autonomamente per inventare le proprie ricette. Basti pensare all’eventualità di voler preparare degli yogurt da pasticceria, magari con pistacchio, con mandorle o con cioccolato, o formaggi aromatizzati al salmone o alle erbe, oppure dessert di latte al cocco o al miele, solo per fare degli esempi. Se i processi di fermentazione e preparazione sono ben spiegati e vengono compresi alla perfezione, giocare con gli ingredienti e sfruttare al massimo le potenzialità della yogurtiera sarà indice di costante successo, senza rischiare di dover buttare molte volte i prodotti prima di raggiungere il risultato agognato.
  4. Qualità della macchina. La preparazione dello yogurt è un processo molto delicato, in quanto prevede la fermentazione. Durante questa fase è importante che tutto proceda al meglio, onde evitare la non riuscita della ricetta. Vibrazioni continue potrebbero influire malamente sulla corretta fermentazione quindi è necessario scegliere una yogurtiera sufficientemente massiccia e fatta di ottime materie prime. Il metallo garantisce buone stabilità e resistenza, rispetto alla plastica. Il coperchio è consigliabile che sia trasparente, per poter controllare il processo di preparazione
  5. Capienza. Una yogurtiera media è, solitamente, strutturata per la preparazione di 6 vasetti da 150 ml. Esistono anche yogurtiere più grandi, per chi avesse necessità di preparare più vasetti. C’è da tenere presente che lo yogurt fatto in casa, non contenendo conservanti, va consumato nel giro di un paio di giorni. Non è consigliabile, perciò, preparare grossi quantitativi di yogurt pensando di farne scorta perché si rischierebbe di farli andare a male.
  6. Tipo di vasetti. In genere i vasetti in dotazione con le yogurtiere sono di vetro con tappo in plastica o metallo. Esistono anche macchine che montano vasetti in plastica riutilizzabile e lavabile. La cosa importante è che siano sterilizzabili perché non dimentichiamo che i fermenti lattici altro non sono che batteri e la non corretta igiene del vasetto potrebbe comportarne la proliferazione fino alla formazione di muffe. È anche importante che la chiusura del vasetto sia ermetica, per evitare infiltrazioni d’aria che potrebbero guastare il prodotto in fase di preparazione o di conservazione.
  7. Pannello comandi. Specialmente nelle yogurtiere dotate di più funzioni è importante che il display e i tasti di comando siano chiari e semplici, per evitare errori o di far partire la funzione sbagliata, rischiando di rovinare l’intera preparazione.
  8. Sicurezza. Parlando di un elettrodomestico che prepara cibo fresco è importante che sia fatto di materiali idonei a tale scopo e che rispetti tutte le norme di igiene e sicurezza verso il contatto con alimenti. Meglio spendere qualche decina di euro in più ma non lasciarsi tentare da prodotti di dubbia provenienza o dubbio controllo.

Questa breve guida racchiude tutte le informazioni fondamentali da considerare per scegliere la migliore yogurtiera per te. Ora non resta che analizzare il mercato e cercare il miglior prodotto per le tue esigenze.

Yogurtiera Professionale

  1. 1 CLASSIFICATO

    Seb YG6581FR

    Seb YG6581FR - Recensione, Prezzi e Migliori Offerte. Dettaglio 1
    Miglior Prezzo:
    amazon
    CERCA SU Seb YG6581FRsu Amazon
    Dettagli
    Pro
    • Il funzionamento è perfetto, e ha varie impostazioni per diverse preparazioni.
    • È un prodotto pensato per utilizzatori incalliti, quindi la capacità massima è elevata per rispondere meglio all'esigenza.
    Contro
    • Il ricettario incluso non è tradotto in italiano.
    • Non è una macchina per chi è principiante o vuole addentrarsi per la prima volta nella preparazione dello yogurt casalingo.

La yogurtiera professionale è pensata per gli intensi usi degli addetti ai lavori. Può però essere indicata anche per usi casalinghi. Soprattutto se fai lo yogurt tutti i giorni e per tutta la famiglia un prodotto professionale può essere indicato per la sua durata nel tempo. La migliore yogurtiera professionale sarà un prodotto ben realizzato e con capacità e versatilità superiori ai modelli comuni. La nostra classifica premia la Seb YG6581FR.

Yogurtiera a Caraffa

  1. 1 CLASSIFICATO

    Beper Yogurtiera

    Beper Yogurtiera - Recensione, Prezzi e Migliori Offerte. Dettaglio 1
    Miglior Prezzo:
    amazon
    CERCA SU Beper Yogurtierasu Amazon
    Dettagli
    Pro
    • Caraffa unica da 1 litro, per grosse dosi di un unico gusto o varietà di yogurt alla volta.
    • Senza grossi fronzoli, questo prodotto porta a temperatura il contenuto della caraffa e non richiede particolari attenzioni o istruzioni.
    • Il costo è particolarmente competitivo, quindi ottimo per chi avesse bisogno di un grande contenitore unico invece dei piccoli vasetti classici.
    Contro
    • Nessun timer per questo prodotto. Significa che il riscaldamento non si interrompe finché non viene spenta la yogurtiera. Obbliga a tenere il conteggio delle ore autonomamente.

Con yogurtiera a caraffa si identifica generalmente quella che possiede, al posto dei vasetti, un unico grande contenitore di capacità variabile a seconda del modello. È un modello più compatto dei classici ma ha limitazione che non si possono preparare giù gusti contemporaneamente. La migliore yogurtiera a caraffa è Beper Yogurtiera.

Yogurtiera Automatica

  1. 1 CLASSIFICATO

    Moulinex YG231E Yogurteo

    Moulinex YG231E Yogurteo - Recensione, Prezzi e Migliori Offerte. Dettaglio 1
    Miglior Prezzo:
    amazon
    CERCA SU Moulinex YG231E Yogurteosu Amazon
    Dettagli
    Pro
    • Questa yogurtiera è dotata di timer impostabile fino a 15 ore. Un display mostra il tempo e la macchina suona quando ha finito il conto alla rovescia.
    • Per aiutare chi è alle prime armi, un ricettario guida alla scoperta delle funzionalità con ricette suggerite e istruzioni passo passo.
    • I coperchi dei vasetti consentono di impostare la data di preparazione, ottimo aspetto per non rischiare di dimenticarsi la datazione di ognuno dei 7 vasetti.
    Contro
    • Il cavo, della lunghezza di circa un metro, può risultare corto in alcune occasioni.

Cosa è la yogurtiera automatica? In genere intendiamo quella che, dotata di timer di autospegnimento, stacca la resistenza una volta finito il periodo di fermentazione impostato. Sarà  necessario comunque l’intervento manuale per riporre poi i vasetti in frigo. Se cerchi un prodotto del genere, ti consigliamo la Moulinex YG231E Yogurteo, la migliore yogurtiera automatica secondo la nostra classifica.

Yogurtiera Piccola

  1. 1 CLASSIFICATO

    Ariete Yogurella Compatta

    Ariete Yogurella Compatta - Recensione, Prezzi e Migliori Offerte. Dettaglio 1
    Miglior Prezzo:
    amazon
    CERCA SU Ariete Yogurella Compattasu Amazon
    Dettagli
    Pro
    • Dimensioni estremamente contenute rispetto ad altri prodotti al prezzo di avere un unico vasetto.
    • Durata massima del timer, 12 ore, quindi perfetto per la maggioranza degli utilizzi.
    • Il costo è molto contenuto, e la rende accessibile a chiunque voglia sperimentare.
    Contro
    • Il termostato alle volte funziona male e la temperatura sale oltre i 40 gradi circa che sono necessari, rovinando la preparazione dello yogurt.

La yogurtiera è un oggetto di dimensioni tutto sommato contenute. Alcune più compatte possono essere quelle a caraffa, che dispongono di un unico grande vaso invece che i tipici 7 vasetti. Se vuoi una yogurtiera particolarmente  compatta, la migliore yogurtiera piccola è l'Ariete Yogurella Compatt.

Yogurtiera con Termostato

  1. 1 CLASSIFICATO

    Severin JG 3525 Yogurtiera

    Severin JG 3525 Yogurtiera - Recensione, Prezzi e Migliori Offerte. Dettaglio 1
    Miglior Prezzo:
    amazon
    CERCA SU Severin JG 3525 Yogurtierasu Amazon
    Dettagli
    Pro
    • Il timer, di tipo analogico a manopola, permette di impostare un conto alla rovescia per lo spegnimento del riscaldamento.
    • Un prezzo abbastanza contenuto per un prodotto di buona qualità. Raccomandato per il rapporto qualità/prezzo.
    • I tappi sono differenziati per poter distinguere facilmente eventuali diverse preparazioni.
    Contro
    • Il timer purtroppo non emette alcun suono alla fine del conteggio ma solamente stacca la resistenza. Non è neppure è possibile sapere quanto manca alla fine, non vi è alcun display.

Tutte le yogurtiere possiedono il termostato, anche quelle entry-level. Questo perché, altrimenti, la resistenza continuerebbe a scaldare senza fermarsi alla temperatura che è impostata di fabbrica intorno ai 40 gradi centigradi. Quindi, nella scelta della migliore yogurtiera con termostato si dovranno considerare le altre caratteristiche e funzionalità e il prezzo. Oggi, al primo posto, troviamo la Severin JG 3525 Yogurtiera.

Discussione

Inizia una Discussione