Come scegliere una Cassaforte

La cassaforte è l'ultimo baluardo a difesa dei propri oggetti preziosi. Al suo interno si possono conservare denaro, gioielli, documenti importanti oppure beni dal valore sentimentale. Bisogna scegliere la cassaforte tenendo presente diverse caratteristiche in base alle proprie necessità. Scopriamo i requisiti da valutare per scegliere la migliore cassaforte.

guida alla scelta cassaforte

Come si sceglie una cassaforte?

Quando si compra un qualsiasi oggetto è importante conoscerne il funzionamento, le opzioni che il mercato ci offre e poi ovviamente i prodotti specifici migliori e più sicuri su cui orientarsi. Per la cassaforte vediamo prima di tutto alcuni consigli sulla scelta per poi solo dopo vedere i modelli proposti.

Resistenza

Uno dei primi aspetti da valutare in una cassaforte è la sua resistenza ai tentativi di effrazione. A tal proposito i dispositivi vengono sottoposti a test molto severi. Successivamente vengono rilasciate certificazioni, sulla base della normativa europea di riferimento UNI EN 1143-1:2009. Nel corso dei test viene valutata la resistenza della cassaforte a fiamme ossidriche, trapani ed altri oggetti finalizzati allo scasso o all'effrazione. Esistono ben 14 livelli di sicurezza, ad importanza crescente da 0 a 13. Maggiore sarà il livello di sicurezza prescelto, maggiore sarà il prezzo. Ladri e malintenzionati non sono gli unici nemici da cui guardarsi, ma anche gli incendi possono arrecare danni seri alle casseforti. In questo caso i dispositivi vengono sottoposti a test rigidi per valutare le loro capacità ignifughe. Una cassaforte deve garantire una buona resistenza al fuoco per almeno 30 minuti. La resistenza anti-incendio è di fondamentale importanza quando si custodiscono documenti, penne usb e hard disk.

Dimensioni

La cassaforte va scelta in base alle sue dimensioni. La prima domanda da porsi è: "Cosa bisogna custodire nella cassaforte?". Se si tratta solo di denaro, si può optare per dimensioni normali. Una cassaforte domestica standard è alta 8", larga 10" e profonda 10". La cassaforte però è utilizzata per custodire anche altri oggetti, come laptop, computer, macchine digitali ed altri oggetti ingombranti. In tal caso bisogna optare per una cassaforte più grande. Se si desidera aggiungere nel corso del tempo altri oggetti di valore, bisogna valutare la capienza del dispositivo. Esistono alcuni modelli "mini" di cassaforte, indicati soprattutto per le barche, i camper ed i piccoli appartamenti. Le dimensioni devono essere scelte anche sulla base dell'ubicazione della cassaforte, in modo da poter avere spazio sufficiente a disposizione per aprire e chiudere il dispositivo senza problemi. Le casseforti di piccole dimensioni contengono meno oggetti, ma possono essere portate a mano. Le casseforti di grandi dimensioni contengono più oggetti, ma in caso di necessità sono più complicate da spostare.

Ubicazione

L'ubicazione fa riferimento alla tipologia di fissaggio della cassaforte. Esistono 3 modelli: a muro, a pavimento e mobili. Le casseforti a muro possono avere una capienza variabile, e sono caratterizzate dalla complessa modalità di inserimento nella parete. Questi modelli devono essere installati da tecnici qualificati, e garantiscono un elevato grado di sicurezza. I ladri per trafugare la cassaforte dovrebbero necessariamente portare via anche una parte del muro: un'operazione difficilissima ed estremamente rumorosa. Le casseforti a pavimento vengono generalmente scelte dalle aziende o dalle banche. Possono però essere utilizzate anche nelle abitazioni domestiche. Sono i modelli più affidabili di tutti, per questo motivo sono anche più costosi. Ci sono infine le casseforti mobili, di piccole dimensioni e trasportabili. Sono la scelta ideale per i viaggi, così da custodire i propri oggetti preziosi anche in vacanza.

Apertura

Il sistema di apertura varia da modello a modello. Il sistema di apertura basilare prevede l'utilizzo della chiave. Non garantisce un sistema elevato di protezione, ma in genere tale cassaforte è di piccole dimensioni e quindi è facile da spostare. Il sistema di apertura a combinazione con chiave o scheda garantisce un livello di sicurezza leggermente più alto. É importante non perdere le chiavi, altrimenti per aprire la cassaforte sarebbe necessario richiedere un servizio di assistenza molto costoso. L'apertura a combinazione meccanica prevede l'inserimento della corretta combinazione di numeri o di movimenti. Anche in tal caso dimenticare la giusta combinazione sarebbe un bel guaio. L'apertura elettronica con scheda garantisce un notevole livello di sicurezza, ma potrebbe avere problemi in caso di corto circuito. Infine c'è l'apertura con impronta digitale. Di tutti è forse il modello più sicuro, poiché si apre solo alla presenza del proprietario della cassaforte. Alcuni modelli prevedono più codici di apertura, da personalizzare per ogni componente della famiglia.

Materiali

L'ultima scelta che va fatta con molto oculatezza riguarda quella dei materiali. L'acciaio è un materiale molto utilizzato per la costruzione di casseforti, poiché garantisce un'elevata resistenza alle sollecitazioni meccaniche ed ai tentativi di effrazione. Il ferro invece è poco indicato poiché, pur essendo resistente, a lungo andare rischia di arrugginirsi e non garantire la robustezza necessario. Nei laboratori si stanno sviluppando delle particolari leghe sempre più performanti. Sono capaci di resistere ad ogni tipologia di stress meccanico, fiamme e calamità naturali. Alcune casseforti al loro interno sono realizzate con specifici materiali ignifughi ed impermeabili, che innalzano notevolmente il livello di protezione e di sicurezza. Le casseforti portatili sono solitamente realizzate in plastica dura, che assicura una buona protezione ed una notevole leggerezza. La scelta dei materiali dipende dal livello di protezione richiesto e dal budget a disposizione.

Discussione

Inizia una Discussione