Come scegliere una Palestrina

Una palestrina è uno strumento molto utile per lo sviluppo delle abilità cognitive e motorie dei più piccoli. Sul mercato esistono numerose palestrine per bambini e non è facile scegliere. Alcune seguono le fasi di crescita e hanno giochi elettronici con suoni e luci, altre invece sono più semplici e tradizionali.

migliore palestrina

Come scegliere la migliore palestrina per il nostro bambino?

In questa guida alla scelta della migliore palestrina vediamo insieme le caratteristiche principali e gli aspetti da considerare.

Benefici

Una palestrina per neonati ha degli scopi molto importanti: favorire la crescita del bambino, il movimento e l'apprendimento di cose nuove. Tutte le palestrine offrono un ambiente stimolante, per consentire al bimbo di iniziare a conoscere il mondo, con giochi, suoni, materiali e colori vivaci.

I benefici delle palestre gioco per bimbi sono numerosi e non c'è dubbio che siano pensate per offrire un luogo sicuro dove poter trascorrere momenti di gioco, ma soprattutto sviluppare la sensorialità, le capacità motorie complesse e la curiosità.

Per questo motivo è importante scegliere un buon prodotto, in grado di aiutare i più piccoli nei movimenti di testa e corpo, nonché nell'apprendimento di suoni e colori. Le stuoie e i materassini sono i migliori, mentre cuscini e sdrai, pur andando bene, limitano un po' il movimento e la libertà di esplorazione.

Struttura

La struttura di una palestrina è un aspetto fondamentale perché da questo dipendono il comfort offerto al bambino, l'affidabilità e la sicurezza del prodotto. Le dimensioni dovrebbero essere circa due volte la grandezza del bimbo per consentirgli di muoversi comodamente. Le palestrine possono essere adagiate sul letto ma anche all'interno della culla, in questo caso è necessario calcolare bene le misure.

Venendo al design, non occorre scegliere una palestrina complessa: nelle prime fasi di vita i neonati non distinguono bene i colori e sono miopi. Questo fa sì che siano attratti maggiormente dalle forme visivamente semplici. Inoltre, il consiglio è sempre quello di scegliere una baby-gym versatile e adeguata alla crescita: non solo quindi uno spazio dove il neonato sta sdraiato o a pancia in giù, ma trasformabile anche per quando inizierà a gattonare.

Le migliori palestre per bimbi hanno una struttura con varie modalità di gioco (es. seduti o in piedi). Sono dotate inoltre di giochi removibili e un numero aggiuntivo di anelli dove appendere i giochi in diverse posizioni e altezze, così che il bimbo li possa raggiungere senza affaticare il collo anche quando sta sdraiato sulla pancia.

palestrina

Giocattoli

Le aree gioco bimbi rappresentano una soluzione perfetta e sicura per aiutare il nostro bambino a crescere mentre impara e si diverte. Naturalmente, è importante scegliere la palestra giochi che più si adatta alle nostre esigenze in termini di portabilità e sicurezza dei materiali, ma anche a quelle del bambino. In questo senso la tipologia di giochi, i colori, le forme, luci e musichette fanno la differenza.

Uno degli aspetti più interessanti delle aree gioco bimbi è data dal fatto che i giochi possono essere sia di tipo tradizionale, quindi senza necessità di alimentazione, che elettronici. L'importante è scegliere giochi morbidi e dai colori vivaci, che possano essere stimolanti per lo sviluppo delle attività sensoriali e cognitive. Le palestre per bimbi con giochi elettronici sono dotate di musica, luci, suoni e vibrazioni, sempre nell'ottica di aiutare lo sviluppo e la crescita.

giochi palestrina

Pulizia

Uno degli aspetti fondamentali da considerare quando si parla di palestrine per neonati è la pulizia. Il bambino infatti usa questo spazio dedicato al gioco tutti i giorni, mettendo i giocattoli in bocca e gattonando dappertutto.

giocattoli quindi devono essere rimovibili e tutti gli accessori, incluso il tappetino, facili da pulire. Ecco che il materiale del set palestrina fa la differenza. Vi sono infatti materiali più semplici da igienizzare e da asciugare, altri invece che richiedono un maggior impegno.

Meglio quindi scegliere un materassino imbottito in tessuto lavabile e, perché no, idrorepellente per evitare che trattenga eventuali liquidi. Il materassino, a differenza del cuscino, aiuta maggiormente il neonato a percepire i cambiamenti di movimento del corpo e quindi favorisce la propriocezione, ad esempio della testa o delle gambe.

Portabilità e versatilità

Un aspetto da non sottovalutare quando si sceglie la miglior palestrina è la portabilità. E' pur vero che la maggior parte del tempo viene trascorsa in salotto e nella stanza del neonato, ma molto spesso può capitare di voler spostare l'area giochi in un'altro luogo o all'aperto.

Se la palestrina bimbi è facile da ripiegare è possibile anche portarla con sé durante una vacanza, oppure in una giornata con nonni, parenti e amici, per far sì che il piccolo si senta sempre a proprio agio.

Una caratteristica che non deve mancare quindi è la facilità di montare e smontare la palestrina, magari collocando i giochi in altre posizioni per evitare che il bambino si annoi. I più piccoli infatti adorano poter prendere con le manine i giocattoli colorati che pendono dagli archi, ma dopo qualche tempo le sfide devono farsi più interessanti. Per questo motivo giochi rimovibili e anelli regolabili garantiscono di poter cambiare la disposizione degli accessori man mano che il bambino cresce.

Discussione

Inizia una Discussione