Come scegliere un Cuscino

La maggior parte di noi non presta attenzione alla scelta del cuscino. Spesso si guarda semplicemente al prezzo di listino e alla “morbidezza” o allo spessore del cuscino, tralasciando il fatto che ogni singola caratteristica, dalla forma, allo spessore fino ai materiali è ideale per uno specifico profilo di sonno. Ecco come orientarsi per scegliere il miglior cuscino per ogni esigenza passo a passo.

miglior cuscino - guida alla scelta

Miglior Cuscino: Guida alla Scelta

Iniziamo dall'analisi delle caratteristiche da valutare nei cuscini tra cui potrai scegliere il migliore. Vedremo inoltre alcuni consigli per la scelta in base al tipo di riposo a cui sei abituato o che cerchi. Piccole nozioni che sono davvero importanti per una scelta ponderata.

Posizione nel sonno

Dormire sulla pancia – posizione prona

Per chi dorme di preferenza a pancia in giù, il cuscino ideale ha poco spessore. Lo spessore scarso si ottiene con un cuscino poco imbottito o con un cuscino mediamente imbottito ma sufficientemente  morbido da poter affondare con la testa. Il materiale preferibile è l’imbottitura sintetica, per questioni igieniche (facilità di lavaggio e asciugatura di prodotti su cui si appoggia la parte naso e bocca).

Dormire sulla schiena – posizione supina

Chi dorme prono è facilitato nel sonno da un cuscino di medio spessore o da un apposito cuscino ortopedico. Il materiale ideale è il memory foam o il sintetico.

Dormire di fianco

Il cuscino ideale è a spessore medio-alto. La scelta è quindi fra cuscini in piuma molto imbottiti o cuscini sintetici mediamente imbottiti. 

Anche per chi cambia posizione durante il sonno è raccomandabile la stessa scelta per chi dorme di fianco.

dormire di fianco

Presenza di allergie

I materiali di rivestimento e di imbottitura dei cuscini sono cruciali in caso si soffra di allergia. Mentre un non allergico può permettersi qualsiasi tipo di tessile e di imbottitura, categorie di persone più sensibili devono prestare attenzione particolare alla scelta del cuscino, poiché è un oggetto con cui si rimane in contatto a lungo, oltretutto durante il sonno. Nel sonno è più difficile accorgersi precocemente dell’inizio di un’eventuale reazione allergica!

miglior cuscino - i materiali

Chi sa di essere allergico opta di preferenza per materiali inerti o anallergici e per pigmentazioni neutre.

La preferenza per le imbottiture deve andare quindi a materiali vegetali anallergici, come mais o fiocchi di cellulosa o a materiali sintetici anallergici come il memory foam.

Per la fodera meglio orientarsi su materiali vegetali anallergici come il cotone, solitamente bianco o naturale o materiali sintetici anallergici come poliestere e microfibra.

Per i soggetti allergici sono in generale da evitare piume, lana, lattice e tutte fibre colorate.

Cuscini speciali

Alcune fasi della vita richiedono un’attenzione ulteriore anche per quanto riguarda la scelta del cuscino giusto. Vediamo insieme i casi principali.

Antidecubito

Cuscini ideali per gli allettati (solitamente malati e convalescenti). Richiedono una particolare struttura che non vada a danneggiare la pelle e gli strati sottostanti neanche dopo lunghe ore o addirittura giorni e settimane di utilizzo ininterrotto. Gli speciali cuscini antidecubito vanno scelti in negozi specializzati, come farmacie o sanitarie.

Gravidanza

In gravidanza i cuscini vanno adattati al rapido cambio di esigenze di comodità della mamma. Con la crescita del pancione diventa impossibile dormire prone, per questione di ingombro. Difficile anche restare a lungo supine, per questioni di circolazione (può mancare addirittura il fiato). Si dorme spesso di fianco, quindi è utile un cuscino fra le ginocchia e a volte un cuscino sotto il pancione. Una posizione che dà sollievo è quella semi-seduta, dove l’ideale è una serie di cuscini per rimanere sollevata, anche combinati con i cuscini da allattamento lunghi, molto confortevoli in tanti casi.

Allattamento

Che sia al seno o al biberon, l’allattamento richiede nei mesi iniziali ore di impegno, anche fino a 8 ore al giorno. È necessario trovare una posizione comoda e un aiuto per sostenere il peso del neonato. Molto utili sono in questo caso i cuscini da allattamento lunghi (molto mobili che possono sostenere la mamma e/o il bebè in combinazione) e quelli corti e rigidi, a forma di C, per sostenere il bebè.

Neonati

Le attuali linee guida ufficiali pediatriche raccomandano che i neonati dormano senza cuscino. Esistono tuttavia cuscini dal bassissimo spessore e dotati di incavo anatomico per prevenire le deformità del cranio in attesa della saldatura delle cosiddette fontanelle.

neonato che dorme

Problemi del sonno

Il cuscino giusto è l’alleato numero uno per risolvere o attenuare molti comun problemi del sonno.

Discussione

Inizia una Discussione