I Migliori Cardiofrequenzimetri del 2018

Garmin Forerunner 630
Polar Loop 2
TomTom Runner 3 Cardio
Polar M400
Garmin Forerunner 630
TomTom Runner 3 Cardio
Garmin Edge 820
Polar Loop 2
Polar Loop 2
Garmin Forerunner 630
Polar Loop 2
Polar M400
Fitbit Blaze

miglior cardiofrequenzimetro sul mercato: tutti i modelli

Se sei uno sportivo accanito, o se se vuoi semplicemente migliorare la qualità dei tuoi allenamenti, scegliere il miglior cardiofrequenzimetro diventa di fondamentale importanza. Non esiste un “migliore” in assoluto. La scelta, come al solito, va tarata secondo le tue esigenze sportive e di budget. In alcuni casi può addirittura bastare la semplice fascia toracica, abbinata ad uno smartphone di nuova generazione. In altri casi invece si può pensare di optare per un modello senza fascia, da utilizzare direttamente al polso.

Per i più sportivi, amanti del running o di discipline come il nuoto o il triathlon, ci sarà bisogno di uno sportwatch più avanzato. Il cardiofrequenzimetro, insomma, non è solo un semplice rilevatore di frequenza cardiaca, ma molto di più. In quest’articolo cercheremo di fare chiarezza su quale sia il miglior prodotto per ognuno di noi, dividendo i vari modelli che ci offre il mercato per fasce di prezzo e per categorie di utilizzo. Prima di iniziare con la guida alla scelta, ecco una piccola tabella riassuntiva di quelli che attualmente abbiamo eletto come i prodotti top per ogni categoria.

Il Cardiofrequenzimetro – Un prezioso alleato della nostra salute

Il cardiofrequenzimetro è uno strumento molto utile per chiunque pratichi sport. Sia che tu lo pratichi a livello amatoriale o a livello professionistico questo strumento può darti informazioni molto più utili di quanto tu possa immaginare. Prima di tutto è importante che ti ricordi che l’uso di questo dispositivo non può in nessun modo sostituire una visita sportiva che dovresti sempre fare con cadenza annuale. Un piccolo gesto può fare davvero tanto per la tua salute. Il cardiofrequenzimetro può invece darti informazioni importanti per capire come stai svolgendo l’allenamento, e la risposta del tuo fisico. Per scegliere il miglior cardiofrequenzimetro per le tue esigenze è necessario che valuti alcune caratteristiche dei dispositivi disponibili in commercio. Dovrai poi rapportare queste caratteristiche al tipo di attività che svolgi e, ovviamente, al budget a tua disposizione. In questo articolo voglio aiutarti a capire quale sia non il miglior cardiofrequenzimetro in assoluto, ma quello più adatto alle tue esigenze, al giusto prezzo.

Miglior Cardiofrequenzimetro: guida alla scelta

Vediamo insieme una lista di caratteristiche che devi tenere a mente prima di comprare un nuovo cardiofrequenzimetro.

  1. Fascia senza cardiofrequenzimetro. sicuro che ti serva un cardiofrequenzimetro da polso? Sapevi che in tanti casi una semplice fascia toracica può essere più che sufficiente? Se sei dotato di uno smartphone di ultima generazione, provvisto di Bluetooth, una fascia cardio, abbinata con un’applicazione compatibile, può davvero offrirti tutto ciò di cui hai bisogno. Se durante gli allenamenti tieni con te lo smartphone, questa è probabilmente la soluzione più indicata ed economica. Inoltre, se l’app che usi è della stessa marca della fascia, la precisione nell’elaborazione dei dati sarà quasi sempre la stessa che avresti con un cardiofrequenzimetro da polso dedicato. È il caso ad esempio dell’abbinamento della fascia Polar H7 con l’app Polar Beat.
  2. Cardiofrequenzimetro con o senza fascia toracica? Tanti nuovi modelli di cardiofrequenzimetri da polso incorporano dietro il quadrante un sensore di battito cardiaco, quasi sempre ottico. La precisione di questo sensore può essere più o meno alta, ma, almeno per il momento, non raggiunge affatto quella di una fascia toracica di buon livello. Purtroppo questo è un limite intrinseco della tecnologia, e non una questione di qualità del sensore. La differenza di precisione è molto grande, specialmente negli allenamenti che prevedano grossi cambi di intensità.
    I cardiofrequenzimetri senza fascia sono perciò più adatti a sportivi occasionali e persone sempre in movimento, in quanto forniscono una buona stima media della nostra frequenza cardiaca durante tutta la giornata. Questo ci può dare delle buone informazioni sul nostro stato fisico e sul nostro metabolismo. Se però il tuo obiettivo è quello di migliorare costantemente la qualità dei tuoi allenamenti, non potrai fare a meno di una fascia toracica.
  3. Funzionalità da Activity Tracker. Tanti nuovi modelli di cardiofrequenzimetri incorporano delle funzionalità di monitoraggio dei nostri movimenti, grazie a uno o più accelerometri interni. Tenendoli sempre al polso, avremo un monitoraggio costante dei passi compiuti, del nostro riposo notturno e di tanti altri parametri relativi alla nostra giornata. Gli activity tracker ti permetteranno di avere una stima del tuo livello di attività durante la giornata, e quindi del tuo consumo calorico e stato di forma. Questa stima sarà quanto più precisa, quanto più accurati saranno i sensori. Se i tuoi allenamenti non sono particolarmente intensi e professionali, ma sei una persona dallo stile di vita dinamico e percorri tanti km al giorno, un activity tracker è ciò che può fare per te. Meglio ancora se dotato di un sensore di frequenza cardiaca al polso.
  4. Resistenza all’acqua. Molti dispositivi sono resistenti all’acqua. Ma attenzione, questo non vuol dire che possano essere immersi in acqua. E tantomeno che funzionino da cardiofrequenzimetro in acqua. Ci sono dispositivi che possono essere usati in ambienti umidi, sotto la pioggia, e che resistono a grossi quantitativi di sudore. Molti di questi dispositivi non possono però essere immersi. E se possono essere immersi non vuol dire che funzionino in acqua, semplicemente non si guastano.
  5. Impermeabile e/o adatto al nuoto. Questo genere di dispositivi sono pochissimi. Con adatto al nuoto spesso si intende solo che possono essere immersi in acqua anche a profondità interessanti. Ma se stai cercando un dispositivo che invece funzioni come cardiofrequenzimetro anche in acqua, allora devi assicurarti che questo sia ampiamente specificato. Il cardiofrequenzimetro in questione infatti lavorerà a frequenze basse, dell’ordine dei kHz, al contrario di tutti gli altri dispositivi che lavorano a frequenze dell’ordine dei GHZ. Frequenze troppo alte non possono trasmettere in acqua. Questi dispositivi quindi lavorano a frequenze più basse e sono perfetti per gli sport in acqua. Ti mostrerò anche dispositivi di questo tipo.
  6. Accoppiamento con Smartphone e Computer. Quasi tutti i cardiofrequenzimetri e gli activity tracker di nuova generazione supportano la connessione con lo smartphone. Tuttavia alcuni di questi permetteranno solo l’interazione attraverso app dedicate, mentre altri si interfacceranno direttamente con il sistema operativo, notificandoci chiamate e messaggi, o permettendoci di gestire la musica direttamente dall’orologio.
  7. Metriche. Le metriche sono spesso le funzionalità più ricercate in un cardiofrequenzimetro, e ci indicano in tempo reale, direttamente sul display, l’andamento del nostro allenamento. La metrica indispensabile per un cardiofrequenzimetro è ovviamente l’indicazione della frequenza cardiaca. Dopodiché, a seconda del modello di cardiofrequenzimetro, potrebbero essere supportate tutta una serie di metriche di base, comuni a gran parte degli sportwatch. Tra queste, le più importanti sono:
    • la distanza percorsa;
    • l’andatura corrente;
    • le calorie bruciate;
    • le zone di frequenza cardiaca;
    • il tempo su giro
  8. Funzionalità di Smart Coaching. Probabilmente gli atleti più esperti non avranno bisogno di queste funzionalità. Per tutti gli altri può essere comodo avere dei software che monitorino il nostro allenamento e ci diano consigli e suggerimenti per ottimizzarlo al meglio.
  9. Autonomia. Alcuni sportwatch, se usati al massimo delle funzionalità, non ci garantiscono una buona durata della batteria. Tienine conto, specialmente se l’autonomia del tuo cardiofrequenzimetro a pieno regime è inferiore rispetto alla durata dell’allenamento. Questo vale soprattutto per chi pratica sport di endurance.
  10. Connettività. Bluetooth, ANT+, e Wi-Fi, ma anche interfacce fisiche come USB. Più sono le possibilità di connettere il nostro cardiofrequenzimetro ad altri dispositivi, meglio è. Attenzione però all’impatto sulla batteria!
  11. GPS. Una delle funzionalità più importanti di uno sportwatch è sicuramente la possibilità di rilevare i dati GPS, di visualizzare la nostra posizione in tempo reale e di registrarla per visualizzarla offline. Se stai cercando uno sportwatch dotato di connettività GPS tieni a mente che:
    1. Uno dei parametri più importanti è la velocità di aggancio dei satelliti. Molti dispositivi GPS ci metteranno diversi minuti prima di riuscire a stabilire la nostra posizione. Questo può essere molto fastidioso, perché potrebbe farci perdere tempo prezioso prima dell’allenamento. Altri modelli, più moderni, riusciranno a connettersi velocemente, e a perfezionare col tempo la connessione, per ottenere dati più precisi.
    2. La connettività GPS e GLONASS permette di coprire con più precisione il territorio. Allo stesso tempo una doppia connettività può influire sulla durata della batteria.
    3. Avere un orologio GPS non significa automaticamente che potremmo visualizzare le mappe in tempo reale. Non tutti gli sportwatch integrano infatti funzionalità di navigazione e/o routing.
  12. Altri sensori in dotazione. Spesso gli sportwatch più evoluti sono dotati di una lunga serie di sensori, come la bussola, i giroscopi e l’altimetro. Quest’ultimo è quasi sempre costituito da un barometro, che permette di registrare con precisione le differenze di altitudine grazie al calcolo della pressione atmosferica. Se sei solito correre in zone scoscese, tieni bene a mente questo particolare.
  13. Compatibilità con sensori esterni. Gli sportwatch più professionali permetteranno di ricevere dati da sensori compatibili. È il caso ad esempio dei sensori da scarpa, che ci possono aiutare a stimare meglio le distanze percorse, specialmente per allenamenti indoor. Se invece sei un appassionato di biking non potrai fare a meno di un sensore di velocità e cadenza.
  14. Design e Display: un display touch è sicuramente molto invitante e comodo finché si è fermi. Una volta in movimento, la possibilità di utilizzare tasti fisici è sempre molto apprezzata tra i runner. Il design dell’orologio inoltre ci può permettere di utilizzarlo anche in contesti non sportivi. È il caso di tante smartband di ultima generazione, ma anche di sportwatch che permettono di sostituire il cinturino standard (quasi sempre in silicone) con uno più ricercato ed elegante.
  15. Dotazione Software. Quasi tutte le marche più importanti di cardiofrequenzimetri offrono delle suite software avanzate, che permettono di scaricare i dati, memorizzarli in cloud, e pianificare i successivi allenamenti. Inoltre può essere garantito o meno il supporto ad applicazioni di terze parti, come Strava, Runtastic o tante altre.
  16. Funzionalità avanzate, tra cui citiamo:
    • Calcolo della VO2Max;
    • Meccanismi di start e di pausa automatici.
    • Calcolo soglia lattacida
    • Calcolo del livello di stress tramite variabilità della frequenza cardiaca.
    • Calcolo dei tempi di recupero.
    • Funzionalità legate al brand, come per esempio il virtual partner o il virtual pacer di Garmin.
    • Stima della lunghezza del passo, dell’oscillazione verticale e orizzontale e della cadenza, senza bisogno di sensori esterni.

Conclusioni

Con questa breve panoramica di ciò che offre il mercato in quanto a modelli e caratteristiche dei dispositivi spero di averti aiutato a capire meglio quale sia il miglior cardiofrequenzimetro per te. In base al tipo di attività che svolgi, al tipo di utilizzo che pensi di fare del dispositivo e del budget a tua disposizione potrai valutare su quale tipo di cardiofrequenzimetro orientarti. E non dimenticare che seguendo un programma di allenamento mirato, fidandoti del tuo fisico e del dispositivo che acquisterai raggiungerai i tuoi obiettivi molto più facilmente.

Miglior Cardiofrequenzimetro con Fascia

Tra tutti i cardiofrequenzimetri con fascia spicca di sicuro il Garmin Forerunner 630 che, abbinato alla HRM Run, è probabilmente il miglior cardiofrequenzimetro con fascia in circolazione. La nuova versione della fascia permetterà di tenere conto di tantissime metriche, alcune delle quali sono un'assoluta novità, come il tempo di contatto della suola col terreno o il bilanciamento orizzontale del passo. Con l'abbinamento HRM Run + Forerunner 630 si avrà a disposizione un prodotto top, adatto soprattutto ai professionisti. Un po' meno agli amatori, ma anche a chi pratica triathlon, che si dovrà rivolgere ad altro, visto il mancato supporto per il nuoto.

  1. 1 - Garmin Forerunner 630

    Il Garmin Forerunner 630 è un cardiofrequenzimetro completo per il runner professionista. Le funzionalità sono il suo punto forte, ma anche il design viene notevolmente migliorato rispetto al 620. Non adatto ai triatleti e al multisport in generale.

    Recensione

Miglior Cardiofrequenzimetro da 100 Euro

Se vuoi spendere meno di 100 euro e avere un cardiofrequenzimetro completo, con funzionalità da activity tracker, di sicuro il Polar Loop 2 fa per te. Si tratta del miglior cardiofrequenzimetro da 100 euro. Il prezzo di partenza del prodotto in sé è addirittura di 70 euro, ma abbinato ad una fascia come la Polar H7, e tenendo conto delle offerte online, il prezzo totale sarà proprio di circa 100 euro.

Si tratta di un prodotto assolutamente competitivo, che permette di tenere monitorata anche l'attività fisica giornaliera e il sonno, grazie all'accelerometro interno. È inoltre facilmente interfacciabile con lo smartphone e con tutto l'ecosistema software Polar.

  1. 1 - Polar Loop 2

    Il Polar Loop 2 migliora consistentemente il neanche troppo vecchio Polar Loop, con un design più curato e un firmware nuovo. Un prodotto raccomandato per tutti i non professionisti che vogliono tenere monitorate le proprie attività, compreso il sonno.

    Recensione

Miglior Cardiofrequenzimetro Da Polso Senza Fascia

Il miglior cardiofrequenzimetro senza fascia è attualmente il TomTom Runner 3 Cardio. Sebbene i cardiofrequenzimetri senza fascia siano generalmente meno precisi di quelli dotati di fascia cardio, sono infinitamente più comodi. Questo Tomtom Runner 3 Cardio raggiunge però una precisione davvero ottima, specialmente in allenamenti senza eccessivi cambi di ritmo. Se stai cercando un dispositivo che ti permetta di monitorare senza fastidi la tua frequenza cardiaca, e non sei un runner professionista, questo è molto probabilmente ciò che fa per te.

  1. 1 - TomTom Runner 3 Cardio

    Il TomTom Runner Cardio può considerarsi tra i migliori cardiofrequenzimetri GPS grazie alla tecnologia QuickGPSFix. Da riconsiderare forse il prezzo, che pare eccessivo rispetto alle caratteristiche del dispositivo.

    Recensione
  2. 2 - Fitbit Blaze

    Il Fitbit Blaze è un prodotto al confine tra smartwatch, orologio indossabile, activity tracker e fitness band. Ottimo per gli amanti del fitness, che desiderano un indossabile con funzionalità avanzate del display e del sistema operativo. Un po' meno per i maniaci del fitness.

    Galleria

    Pro

    • Display davvero di ottimo livello
    • Software ben integrato con lo smartphone

    Contro

    • Non supporta alcun tipo di fascia cardio
    • Non impermeabile, ma solo resistente a schizzi, sudore e brevi immersioni

    Compralo Se...

    • Se non hai bisogno di estrema precisione nella misurazione del battito

      Il Fitbit Blaze è studiato per persone dallo stile di vita dinamico, che hanno bisogno delle funzionalità di una smartband, abbinate ad un display touch allo stato dell'arte. Se stai cercando un dispositivo dal design elegante, che si interfacci col telefono, e non hai bisogno di monitorare in maniera troppo precisa la tua attività fisica, probabilmente il Fitbit Blaze è ciò che fa per te.

    Non comprarlo se...

    • Se ti serve misurare la frequenza cardiaca con precisione

      Se bisogno di misurare con precisione la frequenza cardiaca non è un prodotto che può fare al caso tuo.

    • Se cerchi un prodotto waterproof

      Hai bisogno di un prodotto impermeabile, da utilizzare in doccia, o per il nuoto.

    • Se cerchi un prodotto da usare come sportwatch

      Hai bisogno di uno sportwatch, che si interfacci con una fascia cardio.

Miglior Cardiofrequenzimetro Economico

Il Polar M400 è probabilmente il miglior cardiofrequenzimetro economico. Forse non il più economico in assoluto, ma sicuramente il migliore, perché riesce ad avere una qualità impareggiabile per il prezzo che offre. Abbina infatti funzionalità da activity tracker ad altre da vero e proprio cardiofrequenzimetro che riceve i dati attraverso la fascia cardio. Difficilmente in questa fascia di prezzo riuscirete a trovare di meglio: tanti programmi di allenamento, smart coaching avanzato, e tutta l'esperienza del marchio Polar. Supporta una lunga lista di sport, per ognuno dei quali sono stati impostati degli algoritmi appositi. Non è invece adatto ai nuotatori: è infatti subacqueo, ma non riesce a ricevere dati dalla fascia cardio. Ci si dovrà accontentare in questo caso del supporto offerto dagli accelerometri integrati.

  1. 1 - Polar M400

    Il Polar M400 ha più di 100 funzioni per altrettante tipologie di sport, un design leggero e un prezzo più che abbordabile. Ecco la recensione di quello che è ormai da anni il miglior cardiofrequenzimetro per rapporto qualità prezzo.

    Recensione
  2. 2 - Polar Loop 2

    Il Polar Loop 2 migliora consistentemente il neanche troppo vecchio Polar Loop, con un design più curato e un firmware nuovo. Un prodotto raccomandato per tutti i non professionisti che vogliono tenere monitorate le proprie attività, compreso il sonno.

    Recensione

Miglior Cardiofrequenzimetro Garmin

Il Forerunner 630 è probabilmente il miglior cardiofrequenzimetro Garmin. Forse non il più completo in assoluto come funzionalità, ma il migliore tra quelli destinati ai professionisti dal punto di vista del bilanciamento tra estetica, funzioni, potenza hardware e personalizzazione software. Davvero un prodotto notevole, adatto però solo ai veri patiti della corsa. Se il running è la tua passione numero uno, allora probabilmente questo è il giusto cardiofrequenzimetro per te.

  1. 1 - Garmin Forerunner 630

    Il Garmin Forerunner 630 è un cardiofrequenzimetro completo per il runner professionista. Le funzionalità sono il suo punto forte, ma anche il design viene notevolmente migliorato rispetto al 620. Non adatto ai triatleti e al multisport in generale.

    Recensione

Miglior Cardiofrequenzimetro GPS

Il TomTom Runner 3 Cardio è il miglior cardiofrequenzimetro GPS, grazie soprattutto alla sua tecnologia QuickGPSFix, che permette una sincronizzazione ultra veloce con i satelliti. I dispositivi TomTom dotati di questa tecnologia riescono infatti a mantenere i dati dei satelliti per una settimana oltre la prima sincronizzazione. In questo modo sarà piuttosto semplice iniziare l'allenamento e tenere subito traccia dei km percorsi. Dopo alcuni minuti, una volta perfezionata la connessione con almeno 4 satelliti, la qualità del segnale GPS ricevuto sarà altissimo. Insomma, quando si parla di GPS, pochi riescono a competere con TomTom.

  1. 1 - TomTom Runner 3 Cardio

    Il TomTom Runner Cardio può considerarsi tra i migliori cardiofrequenzimetri GPS grazie alla tecnologia QuickGPSFix. Da riconsiderare forse il prezzo, che pare eccessivo rispetto alle caratteristiche del dispositivo.

    Recensione
  2. 2 - Garmin Forerunner 630

    Il Garmin Forerunner 630 è un cardiofrequenzimetro completo per il runner professionista. Le funzionalità sono il suo punto forte, ma anche il design viene notevolmente migliorato rispetto al 620. Non adatto ai triatleti e al multisport in generale.

    Recensione
  3. 3 - Polar M400

    Il Polar M400 ha più di 100 funzioni per altrettante tipologie di sport, un design leggero e un prezzo più che abbordabile. Ecco la recensione di quello che è ormai da anni il miglior cardiofrequenzimetro per rapporto qualità prezzo.

    Recensione

Miglior Cardiofrequenzimetro per Bici

Il Garmin Edge 820 è attualmente il miglior cardiofrequenzimetro per bici in termini di completezza e prestazioni. I suoi punti forti sono senza dubbio l'ampia gamma di funzionalità e le prestazioni. La precisione dei dati raccolti è sbalorditiva, e abbinato con la Garmin Cardio Premium in tessuto morbido costituisce il più fido alleato per un ciclista moderno. Si tratta infatti di un ciclo computer completo, con una lunga serie di funzionalità, alcune delle quali innovative, come il Group Track. Il supporto ad ogni tipo di connettività (Bluetooth, Wi-Fi, Ant+) lo rende facilmente interfacciabile con il cloud e con le App. Sarà facilissimo scaricare i dati e confrontare i percorsi, o ancora meglio utilizzare applicazioni come Strava, per condividere la propria attività e competere su segmenti personalizzati. Gli unici difetti: un display un po' piccolo (2,3") e qualche bug nel firmware, che attualmente dovrebbe essere già corretto.

  1. 1 - Garmin Edge 820

    Il Garmin Edge 820 è sicuramente uno dei migliori ciclo computer per bici. Superbo per precisione, funzionalità e tecnologia. Un po' meno per la navigazione, visto il display un po' sacrificato.

    Recensione

Miglior Cardiofrequenzimetro per Fitness

Un'activity tracker per il fitness, che all'occorrenza si trasforma in un vero e proprio cardiofrequenzimetro, è il Polar Loop 2. Davvero un prodotto notevole, soprattutto per l'attività indoor. Il suo unico limite è infatti la mancanza di GPS. L'interfacciamento con tutte le app e l'ecosistema Polar è sicuramente un plus notevole. Di sicuro ci troviamo di fronte al miglior cardiofrequenzimetro per il fitness.

  1. 1 - Polar Loop 2

    Il Polar Loop 2 migliora consistentemente il neanche troppo vecchio Polar Loop, con un design più curato e un firmware nuovo. Un prodotto raccomandato per tutti i non professionisti che vogliono tenere monitorate le proprie attività, compreso il sonno.

    Recensione

Miglior Cardiofrequenzimetro per Palestra

Per gli allenamenti indoor, e anche quindi per la Palestra, non avremo necessità di funzionalità GPS e di routing. Per questo il miglior cardiofrequenzimetro per palestra è il Polar Loop 2, una smartband super versatile, che all'occorrenza può essere collegata anche ad una fascia cardio. Il Polar Loop 2 associa ogni istante della nostra giornata ad un consumo calorico, adattandosi al meglio alla situazione nella quale ci troviamo. Questo vale anche per la palestra, intesa come pesi, ma anche come step, spinning e attività miste. Davvero un prodotto di cui non vi pentirete.

  1. 1 - Polar Loop 2

    Il Polar Loop 2 migliora consistentemente il neanche troppo vecchio Polar Loop, con un design più curato e un firmware nuovo. Un prodotto raccomandato per tutti i non professionisti che vogliono tenere monitorate le proprie attività, compreso il sonno.

    Recensione

Miglior Cardiofrequenzimetro per Running

Gran parte dei cardiofrequenzimetri viene specificamente studiata per il running. Quasi tutti i cardiofrequenzimetri in commercio, in realtà, possono essere utilizzati a questo scopo, ma non tutti risultano essere egualmente efficaci. La precisione, le funzionalità, ma anche la comodità, possono essere dei fattori determinanti nella scelta del miglior cardiofrequenzimetro da running.

I runner più sofisticati difficilmente si accontenteranno di una semplice misurazione della frequenza cardiaca. In questi ultimi anni si sono imposti sul mercato una serie di modelli rivoluzionari, che permettono ai runner di tenere traccia, in tempo reale, di una lunga serie di metriche, più o meno evolute. Ovviamente, tutte queste metriche, saranno tanto più utili quanto più precisa sarà la misurazione della frequenza cardiaca. Per questo motivo, quasi tutti i modelli che integrano metriche avanzate utilizzeranno una fascia cardio.

Per i runner attenti all’analisi e alla programmazione delle proprie sedute si renderà indispensabile l’uso di un sensore GPS, e la possibilità di registrare i propri percorsi. Tanti modelli implementano inoltre delle funzionalità di smart coaching, studiate per ottimizzare gli allenamenti. Alcuni modelli permettono inoltre il monitoraggio del proprio stato di forma sulla base della variabilità della frequenza cardiaca e della soglia lattacida.
I runner più avanzati possono beneficiare anche dell’utilizzo di metriche ultra avanzate, come il calcolo della lunghezza del passo, l'analisi del bilanciamento durante l'impatto con il suolo e altre ancora. In questi ultimi anni si sono affermate molto alcune modalità che permettono di misurarsi contro partner reali o virtuali su determinati percorsi.

Se invece tutto ciò che conta per te è la comodità del dispositivo, probabilmente cercherai di fare a meno della fascia cardio. Attualmente anche i migliori sensori HR al polso non offrono delle prestazioni paragonabili a quelle delle comuni fasce da legare al petto. Se però non stai cercando una precisione estrema, ma una semplice stima dei tuoi battiti, allora anche questi dispositivi possono fare al caso tuo. Di sicuro in questo caso il tuo allenamento sarà molto più comodo.

Il miglior cardiofrequenzimetro da running sarà perciò quello che meglio soddisfa le tue esigenze. Al primo posto della nostra classifica, attualmente si posiziona il il Garmin Forerunner 630.

Gran parte dei cardiofrequenzimetri viene specificamente studiata per il running. Quasi tutti i cardiofrequenzimetri in commercio, in realtà, possono essere utilizzati a questo scopo, ma non tutti risultano essere egualmente efficaci. La precisione, le funzionalità, ma anche la comodità, possono essere dei fattori determinanti nella scelta del miglior cardiofrequenzimetro da running. I runner più sofisticati difficilmente si accontenteranno di una semplice misurazione della frequenza cardiaca. In questi ultimi anni si sono imposti sul mercato una serie di modelli rivoluzionari, che permettono ai runner di tenere traccia, in tempo reale, di una lunga serie di metriche, più o meno evolute. Ovviamente, tutte queste metriche, saranno tanto più utili quanto più precisa sarà la misurazione della frequenza cardiaca. Per questo motivo, quasi tutti i modelli che integrano metriche avanzate utilizzeranno una fascia cardio. Per i runner attenti all’analisi e alla programmazione delle proprie sedute si renderà indispensabile l’uso di un sensore GPS, e la possibilità di registrare i propri percorsi. Tanti modelli implementano inoltre delle funzionalità di smart coaching, studiate per ottimizzare gli allenamenti. Alcuni modelli permettono inoltre il monitoraggio del proprio stato di forma sulla base della variabilità della frequenza cardiaca e della soglia lattacida. I runner più avanzati possono beneficiare anche dell’utilizzo di metriche ultra avanzate, come il calcolo della lunghezza del passo, l'analisi del bilanciamento durante l'impatto con il suolo e altre ancora. In questi ultimi anni si sono affermate molto alcune modalità che permettono di misurarsi contro partner reali o virtuali su determinati percorsi. Se invece tutto ciò che conta per te è la comodità del dispositivo, probabilmente cercherai di fare a meno della fascia cardio. Attualmente anche i migliori sensori HR al polso non offrono delle prestazioni paragonabili a quelle delle comuni fasce da legare al petto. Se però non stai cercando una precisione estrema, ma una semplice stima dei tuoi battiti, allora anche questi dispositivi possono fare al caso tuo. Di sicuro in questo caso il tuo allenamento sarà molto più comodo. Il miglior cardiofrequenzimetro da running sarà perciò quello che meglio soddisfa le tue esigenze. Al primo posto della nostra classifica, attualmente si posiziona il il Garmin Forerunner 630.

  1. 1 - Garmin Forerunner 630

    Il Garmin Forerunner 630 è un cardiofrequenzimetro completo per il runner professionista. Le funzionalità sono il suo punto forte, ma anche il design viene notevolmente migliorato rispetto al 620. Non adatto ai triatleti e al multisport in generale.

    Recensione
  2. 2 - Polar M400

    Il Polar M400 ha più di 100 funzioni per altrettante tipologie di sport, un design leggero e un prezzo più che abbordabile. Ecco la recensione di quello che è ormai da anni il miglior cardiofrequenzimetro per rapporto qualità prezzo.

    Recensione
  3. 3 - TomTom Runner 3 Cardio

    Il TomTom Runner Cardio può considerarsi tra i migliori cardiofrequenzimetri GPS grazie alla tecnologia QuickGPSFix. Da riconsiderare forse il prezzo, che pare eccessivo rispetto alle caratteristiche del dispositivo.

    Recensione

Miglior Smartband Polar

Il Polar Loop 2 è sicuramente la miglior smartband Polar. Polar si è adattata in questi ultimi anni al mercato delle smartband, sfornando dei prodotti, come il Loop e il Loop 2, tra i più competitivi sul mercato. In questo caso ci troviamo di fronte a una smartband con monitoraggio del sonno e delle calorie bruciate. Ogni nostro movimento si trasforma in calorie, e l'algoritmo di conteggio tiene conto anche del nostro metabolismo basale, o della frequenza cardiaca proveniente da una fascia esterna. Ci troviamo di fronte ad un prodotto davvero superlativo.

  1. 1 - Polar Loop 2

    Il Polar Loop 2 migliora consistentemente il neanche troppo vecchio Polar Loop, con un design più curato e un firmware nuovo. Un prodotto raccomandato per tutti i non professionisti che vogliono tenere monitorate le proprie attività, compreso il sonno.

    Recensione

Miglior Cardiofrequenzimetro Qualità / Prezzo

Non c'è dubbio che il miglior cardiofrequenzimetro nel rapporto qualità/prezzo sia il Polar M400. Non ha tanti competitor: le funzionalità sono tantissime e complete, e non solo da cardiofrequenzimetro. Il Polar M400 si comporta infatti anche da activity tracker, con una serie di accelerometri e sensori che permetteranno il monitoraggio efficace delle attività e del sonno. Polar ha configurato oltre 100 tipologie diverse di sport all'interno del Polar M400, tra cui difficilmente mancherà il vostro. Tipologie diverse di sport corrispondono ad algoritmi diversi, che permettono il monitoraggio ancora più efficace dei propri parametri di allenamento. Il Polar M400 funziona insieme alla fascia Polar H7, tra le migliori della sua categoria. Tuttavia, per le funzioni che monitorano le attività quotidiane, come il contapassi o il tracking del sonno, non sarà necessario l'utilizzo della fascia.

  1. 1 - Polar M400

    Il Polar M400 ha più di 100 funzioni per altrettante tipologie di sport, un design leggero e un prezzo più che abbordabile. Ecco la recensione di quello che è ormai da anni il miglior cardiofrequenzimetro per rapporto qualità prezzo.

    Recensione
  2. 2 - TomTom Runner 3 Cardio

    Il TomTom Runner Cardio può considerarsi tra i migliori cardiofrequenzimetri GPS grazie alla tecnologia QuickGPSFix. Da riconsiderare forse il prezzo, che pare eccessivo rispetto alle caratteristiche del dispositivo.

    Recensione

Miglior Orologio Cardiofrequenzimetro

Il Fitbit Blaze è il miglior orologio cardiofrequenzimetro, perché riesce a trovare un giusto compromesso tra queste due funzionalità. L'ampio display touch, dotato anche di tasti fisici, permette infatti di ottenere un esperienza completa da smartwatch. La possibilità di ricevere notifiche direttamente dallo smartphone, o di controllare la musica da remoto, rende il Fitbit Blaze piuttosto comodo e versatile. Il sensore cardio da polso, inoltre, ci permette di tenere sotto controllo e di registrare la nostra frequenza cardiaca in ogni momento della giornata. La possibilità di monitorare il livello di attività fisica, e la qualità del sonno, ci permette inoltre di tenere sempre traccia del nostro stato di salute. Una buona batteria, che garantisce mediamente cinque giorni di autonomia, e la possibilità di cambiare cinturini e quadrante con modelli ancora più eleganti, rende il Fitbit Blaze un ottimo orologio cardiofrequenzimetro.

  1. 1 - Fitbit Blaze

    Il Fitbit Blaze è un prodotto al confine tra smartwatch, orologio indossabile, activity tracker e fitness band. Ottimo per gli amanti del fitness, che desiderano un indossabile con funzionalità avanzate del display e del sistema operativo. Un po' meno per i maniaci del fitness.

    Galleria

    Pro

    • Display davvero di ottimo livello
    • Software ben integrato con lo smartphone

    Contro

    • Non supporta alcun tipo di fascia cardio
    • Non impermeabile, ma solo resistente a schizzi, sudore e brevi immersioni

    Compralo Se...

    • Se non hai bisogno di estrema precisione nella misurazione del battito

      Il Fitbit Blaze è studiato per persone dallo stile di vita dinamico, che hanno bisogno delle funzionalità di una smartband, abbinate ad un display touch allo stato dell'arte. Se stai cercando un dispositivo dal design elegante, che si interfacci col telefono, e non hai bisogno di monitorare in maniera troppo precisa la tua attività fisica, probabilmente il Fitbit Blaze è ciò che fa per te.

    Non comprarlo se...

    • Se ti serve misurare la frequenza cardiaca con precisione

      Se bisogno di misurare con precisione la frequenza cardiaca non è un prodotto che può fare al caso tuo.

    • Se cerchi un prodotto waterproof

      Hai bisogno di un prodotto impermeabile, da utilizzare in doccia, o per il nuoto.

    • Se cerchi un prodotto da usare come sportwatch

      Hai bisogno di uno sportwatch, che si interfacci con una fascia cardio.

  2. 2 - Polar M400

    Il Polar M400 ha più di 100 funzioni per altrettante tipologie di sport, un design leggero e un prezzo più che abbordabile. Ecco la recensione di quello che è ormai da anni il miglior cardiofrequenzimetro per rapporto qualità prezzo.

    Recensione

Discussione

  1. Christian
    4 mesi fa

    Ottima discussione. Non concluso però il discorso sui cardio in acqua!!

    RispondiElimina

Partecipa alla Discussione

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

No