Qual è il Miglior Activity Tracker? – Classifica 2018

Così come gli smartphone hanno cambiato le nostre abitudini negli ultimi anni, la tecnologia indossabile ci semplificherà molto la vita nel prossimo futuro. Attualmente i prodotti “indossabili” maggiormente utili e di successo sono i così detti activity tracker, ovvero veri e propri computer multifunzione inseriti in appositi braccialetti. Ma come scegliere il miglior activity tracker? Ovviamente il mercato offre molta scelta. Risulta quindi difficile selezionare qual è la scelta adatta alle nostre esigenze. C’è da dire, tuttavia, che per eleggere il miglior activity tracker è necessario valutare principalmente alcuni aspetti. Vediamoli insieme.

Miglior Activity Tracker: guida alla scelta

Ti illustrerò con un breve elenco quali sono le caratteristiche che dovrai andare a valutare per scegliere il miglior activity tracker per le tue esigenze.

  1. Durata della batteria
  2. Funzioni
  3. Compatibilità
  4. Resistenza
  5. Design
  6. Prezzo

Miglior Activity Tracker Economico

  1. 1 CLASSIFICATO
    Pro e Contro
    Pro
    • Il costo contenuto e la versatilità estrema lo rendono un prodotto davvero interessante.
    • Con questo dispositivo si rischia di dimenticarsi cosa sia il caricabatterie. La durata di una carica, con un utilizzo medio, si aggira sui 20 giorni.
    • Attraverso il bluetooth e un'app apposita, la Mi Band 2 si collega allo smartphone e ci darà un buon numero di informazioni e notifiche in tempo reale.
    • Tra le varie funzionalità, il rilevatore di battito cardiaco lo rende un'eccellente activity tracker per i meno esigenti e per chi vuole entrare in questo mondo con una piccola spesa.
    Contro
    • Piano piano si sta diffondendo anche nei negozi online italiani, ma fino a pochi mesi fa era un prodotto reperibile solo per i più esperti.
    • È un prodotto di importazione asiatica. Questo comporta che l'assistenza non sia esattamente garantita e, soprattutto, economica. In certi casi sarà più conveniente comprarne uno nuovo piuttosto che ripararlo.

Se l’utilizzo che devi fare di un activity tracker non è quello professionale, se non necessiti di troppe funzioni aggiuntive ma desideri un prodotto valido ti consiglio di orientarti verso il lo Xiaomi Mi Band 2. Si trova sul podio come miglior activity tracker economico perché nonostante il suo prezzo decisamente concorrenziale ha tutto ciò che serve per essere considerato un prodotto valido ed interessante. Non troverai certamente la qualità di modelli più evoluti e costosi ma sono certo che non rimarrai deluso in rapporto alla spesa effettuata.

Miglior Activity Tracker con GPS

  1. 1 CLASSIFICATO
    Pro e Contro
    Pro
    • La sua dotazione è così avanzata e completa, che è utilizzato anche da atleti professionisti. Particolarmente indicato per i triatleti.
    • Con il GPS attivo, garantisce sessioni fino a 10h in continuo, senza dover mai interrompere il tracciamento. Più che sufficienti per qualsiasi allenamento o gara.
    • È un prodotto professionale, ha una dotazione sia hardware che software di prim'ordine. Tantissime opzioni e funzionalità che lo rendono molto versatile e adatto a qualunque tipo di utilizzo.
    Contro
    • Per funzionare al meglio, deve essere ben stretto e saldo al polso. Se durante gli allenamenti questo non è un problema, lo può diventare durante i momenti di relax e riposo.

Il GPS è una funzione molto utile in un activity traker perché permette di tenere conto di informazioni avanzate nell’analisi della propria attività fisica. Analizzando il percorso effettuato e studiandone la tipologia è possibile stimare meglio le caratteristiche del proprio allenamento. Inoltre è molto comodo per tenere traccia dei propri allenamenti ricordando dove si sono svolti e la distanza percorsa calcolata in maniera precisa e attendibile. Al momento il miglior activity traker con GPS che ti consigliamo di valutare è il il Garmin Forerunner 735XT.

Miglior Activity Tracker per il Nuoto

  1. 1 CLASSIFICATO
    Pro e Contro
    Pro
    • Durante lo sviluppo è stato pensato per accontentare al meglio tutti i nuotatori, anche più esigenti.
    • Sembra quasi scontato, ma meglio rassicurare i più scettici. Non solo funziona, ma è anche utilizzabile sott'acqua.
    • Vasche, bracciate, tempi e stile utilizzato. Tutti rilevati in maniera accurata e precisa dai sensori interni.
    Contro
    • I dossier che produce sono completi e decisamente utili per tutti i nuotatori. Ma per visualizzarli, dovrete usare il software in dotazione ed un PC.

Esistono tantissimi activity tracker resistenti all’acqua ma questo non vuol dire che essi siano necessariamente adatti per il nuoto. Esistono infatti diverse tipologie di impermeabilizzazione dei dispositivi elettronici. Quelle relativa alla sola resistenza agli schizzi, permettendo ai dispositivi di resistere a qualche goccia di pioggia, o al sudore abbondante. Esistono poi i dispositivi che possono essere immersi. Talvolta si intende solo che i dispositivi possono essere immersi senza che si rovinino, ma non che funzionino mentre sono immersi. Questo vuol dire che con activity tracker per il nuoto si intende un dispositivo che oltre che poter essere immerso funzioni mentre è immerso. Il modello che ha attirato la nostra attenzione e che riteniamo sia il miglior activity tracker per il nuoto che dovresti valutare è il il Garmin Swim.

Miglior Activity Tracker HR

  1. 1 CLASSIFICATO
    Pro e Contro
    Pro
    • Le svariate funzioni di questo prodotto lo rendono molto completo e adatto praticamente a chiunque. Dal più sedentario, che riceverà stimoli al movimento, al più sportivo che potrà contare su un gran numero di rilevazioni e dati su cui analizzare la propria attività fisica.
    • I due fiori all'occhiello del Fitbit Alta HR sono sicuramente il modulo HR, per la misurazione continua del battito cardiaco, e il rilevamento automatico e avanzato del sonno, con indicazioni su fase REM, sonno leggero e profondo.
    • Nonostante la compattezza e le funzionalità, la batteria integrata assicura fino ad una settimana di utilizzo con una sola carica.
    Contro
    • Questo modello non ha alcuna certificazione IP, neanche contro gli schizzi.

Una funzione opzionale degli activity tracker che spesso non viene quasi considerata, ma che è invece fondamentale per ottimizzare e controllare al meglio il proprio allenamento, è quella di conteggio dei battiti cardiaci. Solo alcuni modelli presentano questa possibilità. Il più grande limite degli activity tracker è che, rispetto ai cardiofrequentimetri, che nascono proprio per questo scopo, sono spesso meno precisi ed attendibili. Capita infatti che in certi casi sia più indicato orientarsi su un cardiofrequenzimetro con funzioni di activity tracker piuttosto che il contrario. In ogni caso, non è necessaria la massima precisione per poter comunque utilizzare in maniera efficace il conteggio dei battiti cardiaci. Inoltre le tecnologie si stanno enormemente evolvendo e il conteggio è sempre più preciso. Il modello che ti voglio presentare come candidato a miglior activity tracker hr è il il Fitbit Alta HR. Un prodotto dalle caratteristiche interessanti che svolge il suo compito in maniera davvero soddisfacente.

Miglior Activity Tracker per Monitorare il Sonno

  1. 1 CLASSIFICATO
    Pro e Contro
    Pro
    • Pensato per essere oltre che utile anche un bell'accessorio, è acquistabile in tantissime colorazioni per accontentare il gusto di tutti.
    • Oltre a riconoscere automaticamente quando dormiamo, è in grado perfino di distinguere le fasi di sonno leggero da quelle di sonno profondo grazie al lavoro sinergico di appositi sensori.
    • Il suo costo è davvero contenuto, tenendo conto del riconoscimento avanzato del sonno e delle sue caratteristiche globali.
    Contro
    • Molti utenti purtroppo lamentano una certa fragilità del cinturino, anche dopo pochi mesi di utilizzo, che li obbliga a mandare in assistenza il Jawbone UP3.
    • La leggerezza e la comodità dell'UP3 portano come pegno la mancanza di qualsiasi tipo di display o indicazione direttamente sul polso. Tutte le informazioni raccolte dal Jawbone potranno essere visualizzare dalla (pur ben fatta) app.

Una delle funzioni più interessanti di cui sono datati solo alcuni activity tracker è il monitoraggio del sonno. Viene fatto in diverse maniere. Talvolta il dispositivo necessita di essere avvisato appena andiamo a letto per analizzare le ore seguenti, sino alla notifica manuale di risveglio, sapendo che esse sono ore di sonno. I dispositivi più evoluti e recenti invece non necessitano di questa informazione ma capiscono in maniera autonoma quando stiamo dormendo e analizzano il sonno in base a diversi parametri. Il miglior activity tracker per monitorare il sonno secondo le nostre analisi si è rivelato essere il il Jawbone UP3.

Discussione

Inizia una Discussione